Vincenzo F.Written by: Azioni Informazioni strategiche

Azioni Essilux: tra frode e attacco hacker, il titolo crolla

Le azioni Essilux hanno perso oltre il 25% del proprio valore da inizio anno ad oggi. La società italo-francese, nata dalla fusione tra Essilor e Luxottica, ha anche ritirato l’outlook 2020, stime e previsioni vanno riviste.

L’epidemia da Covid-19 ha avuto un forte impatto sui conti aziendali e sull’andamento del titolo alla Borsa di Parigi. Le previsioni per il secondo trimestre si mettono male, secondo l’azienda i ricavi diminuiranno notevolmente, e andranno ad impattare significativamente anche sulla redditività.

L’azienda deve correre quindi immediatamente ai ripari, la chiusura dei punti-vendita in Europa e in Nord America spaventa la maggiore azienda al mondo del settore ottico.

Il presidente del cda, Leonardo Del Vecchio, ha convocato un’assemblea straordinaria per l’inizio della prossima settimana (Leggi anche: “L’uomo più ricco d’Italia? E’ Leonardo Del Vecchio”).

E intanto le azioni Essilux crollano, il 16 Marzo 2020 sono addirittura scese a quota 95,90€, i minimi degli ultimi 5 anni.

Azioni Essilux: la frode thailandese

E a complicare le cose ci si mettono anche situazioni a dir poco incredibili. Nel gruppo Essilux infatti non mancano colpi di scena degni dei migliori film thriller.

Tra questi segnaliamo la truffa subita dal gruppo italo-francese in Thailandia, che avrebbe pagato cash dei finti fornitori. La frode è stata quantificata in 190 milioni di euro, e dietro tutto questo potrebbero esserci proprio dei dirigenti thailandesi del gruppo Essilux (anche se per il momento restano ipotesi).

Comunque sia, il fondo Third Point vicino ad Essilux (e guidato da Daniel Loeb) ha inviato una lettera a Del Vecchio e al suo vice francese Hubert Sagnie’res, nella quale sono contenuto aspre critiche alla governance del gruppo. Inoltre, il fondo si aspetta che la società risolva quanto prima i problemi derivanti dalla frode, e che nomini velocemente un nuovo amministratore delegato (CEO).

Indiscrezioni indicano che l’attuale CEO del gruppo, Laurent Vacherot, sia vicinissimo a dare le dimissioni. L’assemblea straordinaria convocata per la prossima settimana dovrebbe delineare la strategia da utilizzare per il futuro, nomina del nuovo CEO compresa.

L’attacco hacker

Le azioni Essilux affondano in borsa anche a causa dell’attacco hacker subito nella notte tra il 20 ed il 21 Marzo. Sembra strano, sembra che capitano tutte ad Essilux, cose improbabili che invece diventano realtà.

Ebbene, il sistema informatico del gruppo è stato bloccato da un team di hacker che hanno anche chiesto un riscatto per la riabilitazione del sistema.

Attualmente i server di Essilor risultano disconnessi e inaccessibili, il gruppo si ritrova quindi a non poter consultare i propri database, non poter evadere gli ordini, né tantomeno inviare fatture.

Per il momento Del Vecchio&Co si sono affidati ad un pool di esperti informatici per evitare di pagare il riscatto, e far tornare tutto alla normalità. Intanto le azioni Essilux continuano a perdere valore, e se la situazione non si risolve al più presto, prevediamo un’ulteriore grave scivolone del valore del titolo.

(Visited 646 times, 1 visits today)

Copyright © 2019/2020 BorsaMagazine.it - All Rights Reserved
Copyright Photo © 2019/2020 Pexels.com, Unsplash.com, BorsaMagazine.it

Tags: , , , , , , ,

Last modified: 28/03/2020